MOAB: USA distruggono tunnel dell’ISIS… finanziati dalla CIA!!

MOAB – USA sganciano la più potente bomba non nucleare al Mondo per colpire i tunnel dell’Isis… finanziati dalla CIA

Gli Stati Uniti d’America hanno sganciato, per la prima volta, la “Gbu-43 massive ordnance air blast bomb” (MOAB), una bomba in grado di contenere 11 tonnellate di esplosivo, il più potente ordigno non nucleare mai realizzato dall’uomo. Obiettivo dichiarato dal Pentagono: un sistema di tunnel realizzati dai miliziani dell’Isis presso il distretto di Achin, in Afghanistan.
I media internazionali, riportano testimonianze di afgani che, seppure in un Paese in guerra da decenni, parlano di qualcosa di “mai visto”, una fiammata accecante seguita da qualcosa di molto simile ad un terremoto. A Washington, il Presidente Donald Trump esprime tutta la sua soddisfazione per l’esito della missione portata a termine grazie all’utilizzo della MOAB, facendo capire ai giornalisti presenti che tale azione di forza intrapresa dagli USA rappresenti anche un avvertimento al Governo di Pyongyang.MOABUn articolo del The New York Times Magazine datato 2005, spiega come i tunnel ora bombardati dagli USA in Afghanistan contengano “bunker e campi base, scavati in profondità nelle pareti rocciose” facenti “parte di un complesso finanziato dalla CIA e costruito per i mujaheddin”. Negli anni Ottanta, infatti, la CIA finanziava e armava i ribelli jihadisti in Afghanistan, utilizzandoli nella “guerra per procura” (“proxy war”) contro la Russia sovietica, più o meno quello che sta avvenendo ora in Siria; un finanziamento stimato in “3 miliardi di Dollari in armi e fondi che la CIA ha investito nella jihad”, soldi finiti nei conti della Saudi Binladin Group, una delle imprese edili più prospere in Arabia Saudita e in tutto il Golfo Persico, appartenente a Salem Bin Laden, erede del secondo patrimonio saudita in ordine di grandezza, nonché socio in affari di George W. Bush.

Nico ForconiControInformo.info