Noam Chomsky: “Se Trump vacilla, aspettiamoci falsi attacchi terroristici”

Noam Chomsky: “Se Donald Trump dovesse inziare a vacillare, non mettete da parte l’idea che possa organizzare falsi attacchi terroristici

Il noto linguista, filosofo, storico e teorico della comunicazione Avram Noam Chomsky, Autore di testi come La democrazia del grande fratello – Un indispensabile antidoto alla TV e alle bugie dei media, intervistato in questi giorni da Jan Frel, editor del sito Alternet, ha espresso il suo parere circa il probabile utilizzo del terrorismo internazionale al fine di ridare brillantezza all’ormai sbiadita immagine di Donald Trump.

La notizia non ci stupirebbe affatto, se non fosse che lo stesso Noam Chomsky, qualche tempo fa, interpellato sugli accadimenti dell’11 Settembre 2001, si espresse esplicitamente contro la probabilità di una false flag operation, arrivando ad affermare “che lo abbiano pianificato in qualche modo e che ne fossero a conoscenza, questo mi pare altamente improbabile […]. La convinzione che questo possa essere stato organizzato apposta, ha un livello così basso di credibilità che rischia di danneggiare chi lo sostiene”.Noam ChomskyQuesto il pensiero di Noam Chomsky alla domanda se pensa che ci sarà mai un momento di risveglio, o di una disconnessione per i sostenitori della retorica trumpista

Penso che, prima o poi, gran parte della popolazione arriverà a riconoscere che le promesse sono costruite sulla sabbia. Non c’è nulla di concreto.
Al fine di mantenere la sua popolarità, l’Amministrazione Trump dovrà cercare di trovare qualche mezzo per mobilitare il sostegno, cambiando la filosofia alla base delle attuali politiche che stanno portando avanti, forse tramite un capro espiatorio, dicendo: ‘Beh, mi dispiace, non possiamo portare avanti i nostri piani perché delle persone cattive ce lo impediscono.’ E il capro espiatorio per eccellenza è costituito dalle persone vulnerabili: gli immigrati, i terroristi, i musulmani e quant’altro.
Penso che non si debba mettere da parte la possibilità che si possano creare le basi per una sorta di atto terroristico messo in scena con lo scopo di cambiare il Paese immediatamente.”

Nico ForconiControInformo.info