CIA – Operazioni per diffondere il caos

CIA – La maggior parte delle persone è inconsapevole della vasta gamma di operazioni realizzate dai servizi segreti statunitensi impiegate in diversi punti del globo, nel corso della Storia, volte a devastarne la stabilità politica ed economica. E chiunque, in qualsiasi momento, potrebbe cadere vittima di tali operazioni

Ecco alcune tra le più note operazioni realizzate dalla CIA:

Operazione ARTICHOKE – Evoluzione del progetto Bluebird, lanciato nel 1951 per essere trasformato successivamente nel progetto MKULTRA. L’obiettivo di questa operazione è stato quello di verificare la capacità del Governo di causare amnesia attraverso l’utilizzo di sostanze psicotrope tra alcuni individui. Questa operazione ha portato alla creazione di anfetamine e LSD che sono stati testati sulla popolazione della Repubblica Federale di Germania.

Operazione AJAX – Lanciata nel 1953 in stretta collaborazione con i servizi segreti britannici con l’intento di rovesciare il governo dell’Iran, di fatto il primo tentativo riuscito di lanciare un colpo di Stato dall’estero nella storia moderna.

Operazione Ciclone – Il nome in codice di un programma della CIA attraverso il quale si armavano i combattenti mujaheddin afghani durante la guerra in Afghanistan; tale operazione ha portato alla nascita di quella che poi è passata alla Storia come organizzazione terroristica Al-Qaeda. Gli ex agenti americani ammettono che questa è stata una delle più lunghe e costose operazioni segrete della CIA, con una spesa che si attestava sui 20-30 milioni l’anno nel 1979, quando il progetto iniziò, lievitando fino a raggiungere l’incredibile cifra di 630 milioni di dollari all’anno nel 1987.
CIA

Operazione Mockingbird – Lanciata nel 1950, nel tentativo di influenzare il mainstream. L’attuazione di tale operazione fu assegnata a Philip Graham, in seguito editor-in-chief del “Washington Post”. Documenti desecretati negli anni e resi pubblici, hanno dimostrato come la CIA abbia influenzato mezzi di comunicazione di alto profilo tra cui ABC, NBC, CBS, AP, Reuters, Time, Newsweek e molti altri. Per raggiungere gli obiettivi dichiarati dell’operazione, gli agenti americani hanno influenzato giornalisti, studenti, associazioni culturali e riviste, con lo scopo di far scrivere, pubblicare e circolare qualsiasi tipo di storie ritenute necessarie.
Secondo gli analisti dei media occidentali, durante l’operazione Mockingbird molti beni sono stati utilizzati dalla CIA e dalla Casa Bianca per influenzare il mainstream tutto; fatto recentemente confermato da un giornalista tedesco che lavora per Frankfurter Allgemeine Zeitung, Udo Ulfkotte.

Per quando riguarda i nostri giorni, non possiamo non menzionare un progetto sviluppato nel 1949 in cui la CIA si dava come obiettivo dichiarato la destabilizzazione dell’Ucraina attraverso la promozione della “russofobia” in tutta la sua popolazione. La CIA decise di sfruttare il noto criminale di guerra Stepan Bandera, un collaboratore nazista ucraino durante i giorni della seconda guerra mondiale, affidando l’operazione mediatica a società come Prolog ed Associates… i risultati sono sotto i nostri occhi.
Fonte: journal-neo.org

Traduzione e sintesi di Nico ForconiControInformo.info

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito