Cosmetici – Nuovo studio dimostra le pericolosità

Cosmetici – Un nuovo studio condotto da ricercatori della “UC Berkeley” e dalla “Clinica de Salud del Valle Salinas” ha dimostrato come prendere anche una breve pausa da vari cosmetici, shampoo ed altri prodotti per la cura personale possa portare ad una sostanziale diminuzione dei livelli di sostanze chimiche ormonali presenti all’interno del corpo

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista “Environmental Health Perspectives”; i ricercatori hanno dato a 100 adolescenti vari prodotti per la cura personale che sono stati etichettati come privi di sostanze chimiche comuni, tra cui gli ftalati, parabeni, triclosan, e ossibenzone. Queste sostanze chimiche sono utilizzate regolarmente in prodotti per la cura personale e si trovano nei principali cosmetici come saponi, creme solari, shampoo, balsamo e altri prodotti per capelli e studi sugli animali hanno dimostrato come interferiscano direttamente con il sistema endocrino del corpo.

“Poiché le donne sono i consumatori primari di molti prodotti per la cura personale, possono essere sproporzionatamente esposte a queste sostanze chimiche”, ha detto l’Autrice dello studio Kim Harley, Direttore associato dell’UC Berkeley. Sempre secondo la Harley, “le ragazze possono essere particolarmente a rischio poiché in età di sviluppo e la ricerca ha anche evidenziato come utilizzino prodotti per la cura personale più volte al giorno rispetto ad un adulto.”

Dopo una prova di appena tre giorni in cui le ragazze non hanno usato prodotti cosmetici, i campioni di urine hanno mostrato un calo significativo del livello di sostanze chimiche nel corpo. I valori di metile e propile parabeni, comunemente usati come conservanti nei cosmetici, sono scesi del 44 e 45 per cento, i metaboliti di etere ftalato, utilizzati spesso nei profumi, sono scesi del 27 per cento, mentre triclosan e benzofenone-3 sono scesi del 36 per cento.

“Uno degli obiettivi del nostro studio è stato quello di creare, tra i partecipanti, consapevolezza delle sostanze chimiche presenti nei prodotti cosmetici di uso quotidiano, per contribuire a rendere le persone più consapevoli di quello che stanno usando”, ha detto Cárdenas. “Vedendo la caduta dei livelli chimici dopo soli tre giorni, abbiamo dimostrato come semplici azioni, come la scelta di prodotti con un minor numero di sostanze chimiche, possano fare la differenza.”
CosmeticiLa maggior parte dei prodotti per la cura personale contengono un elenco di ingredienti, ma purtroppo molti cosmetici non lo fanno. Se si utilizza un particolare marchio che si ama davvero, si può provare a contattare direttamente il produttore e chiedere un elenco dettagliato degli ingredienti utilizzati.

Si può anche optare per i prodotti più naturali e biologici ma dobbiamo essere consapevoli del fatto che, nel settore dei cosmetici, le parole “naturale” e “biologico” sono spesso prive di significato. Una scommessa sicura sarebbe quella di acquistare questi prodotti da un negozio di alimenti biologici ed essere sicuri di leggere gli ingredienti o chiedere al commesso. In genere, quando i prodotti non contengono sostanze chimiche specifiche, i produttori sono felici di etichettarli come tali.

Poiché i prodotti realmente naturali e biologici possono essere un po più costosi, si può prendere in considerazione di farli in casa. È possibile effettuare una vasta gamma di prodotti per la cura personale completamente naturali abbastanza facilmente, con pochi ingredienti. Non solo questa scelta è più conveniente ma permette di essere sicuri di ogni ingrediente che finirà sul proprio corpo.
Fonte: www.collective-evolution.com

Traduzione e sintesi di Nico ForconiControInformo.info