Washington: attacco aereo di Osama bin Laden

Attacco aereo su Washington da parte di Osama bin Laden previsto un mese prima dell’11 Settembre

Il “Northeast Air Defense Sector” (NEADS), unità appartenente al NORAD, ha effettuato un’esercitazione di addestramento poco più di un mese prima dell’11 Settembre 2001, che ha presentato una serie di somiglianze a quelli che sono stati gli attacchi dell’11 Settembre. L’esercitazione, denominata “Riso Fertile”, era basata su uno scenario in cui Osama bin Laden – l’uomo che, secondo la versione ufficiale ordinò gli attacchi dell’11 Settembre – organizzava un attacco aereo contro un edificio governativo di alto profilo a Washington, una delle città attaccate l’11 Settembre.

L’ESERCITAZIONE VEDE COINVOLTO OSAMA BIN LADEN ED IL SUO PROGETTO DI ATTACCARE WASHINGTON CON AEREI DRONE

Il NEADS, con sede a New York , è stato responsabile per il monitoraggio e la difesa dello spazio aereo all’interno del quale si sono verificati i dirottamenti l’11 Settembre ed è stato quindi responsabile del coordinamento militare degli Stati Uniti in risposta agli attacchi [1]. Ogni settimana era in programma un esercitazione simile a “Riso Fertile” [2]. Il 4 Agosto 2001 – cinque settimane e mezzo prima dell’11 Settembre – “Riso Fertile” era basata su uno scenario in cui agenti di Osama bin Laden avrebbero tentato di attaccare un obiettivo a Washington [3].

Un foglio informativo ne delinea i dettagli. Si può leggere che lo scenario per l’esercitazione comportasse una “minaccia [agli] Stati Uniti da parte di Osama bin Laden, il quale avrebbe “acquistato almeno uno o forse due” velivoli aerei senza equipaggio (UAVs). L’UAV che aveva ottenuto era un prototipo russo, il “Colibri”, modificato per essere lanciato da una nave.

Gli agenti di Bin Laden avrebbero effettuato un attacco tra le 24 e le 36 ore successive. Anche se il bersaglio esatto era sconosciuto, si credeva che intendessero colpire un “altamente visibile obiettivo del governo degli Stati Uniti”, probabilmente sito nella zona di Washington.
Osama bin Laden

Il Colibri che avrebbero usato per effettuare l’attacco era un aereo drone ad elica, progettato per svolgere diverse missioni militari e civili. Lungo 4,25 metri, con un’apertura alare di 5,9 metri, poteva raggiungere una velocità massima di 155 miglia l’ora ed era stato dotato di sofisticate apparecchiature di disturbo elettronico e di attrezzature per il monitoraggio delle comunicazioni elettroniche e radar.

La nave che avrebbe dovuto trasportare il Colibri per la zona di Washington, avrebbe lasciato un porto del Medio Oriente e si sarebbe spinta al largo della costa Norfolk dove, il 4 Agosto, avrebbe agganciato uno dei terroristi. Questa persona avrebbe dovuto fornire le informazioni di targeting finali che sarebbero state programmate all’interno del Colibri. La nave avrebbe trasportato anche attrezzature militari supplementari, tra cui lanciarazzi terra-aria a spalla, granate con propulsione a razzo, armi automatiche ed esplosivi al plastico.

Il Colibri era dotato di “un certo tipo di esplosivo termobarico” che si sarebbe “attivato con un dispositivo associato ad un altimetro” [4]. Gli esplosivi ad energia termobarica sono armi altamente distruttive, la reazione chimica associata è una combustione rapida e violenta tra un combustibile vaporizzato in goccioline ed un comburente che, detonando, produce un calore ed uno scoppio molto più grande di quello prodotto da un’arma convenzionale [5].

La forma esatta che il Colibri avrebbe preso nello scenario non è dichiarata nel foglio informativo; potrebbe forse essere stata una bomba termobarica che l’UAV avrebbe fatto cadere sul bersaglio. In alternativa, l’intenzione dei finti terroristi, sarebbe potuta essere quella di far centrare l’obiettivo dall’intero Colibri, in modo tale che l’esplosivo termobarico sarebbe esploso al momento dell’impatto.

L’ESERCITAZIONE DEL 4 AGOSTO E LE ANALOGIE CON GLI ATTACCHI DELL’11 SETTEMBRE

Il personale del NEADS, a quanto noto, si trovava al centro di una grande esercitazione di difesa aerea anche l’11 Settembre, denominata “Guardiano Vigile”, che simulava un attacco contro gli Stati Uniti [6]. Secondo la Utica Observer-Dispatch, la maggior parte dei membri dello Staff operativo del NEADS, la mattina dell’11 Settembre non aveva idea di quali coinvolgimenti avrebbe comportato l’esercitazione di quel giorno [7]. Si può presumere, quindi, che tutte le informazioni che circolavano quel giorno, facessero parte dell’esercitazione.

Possiamo vedere che l’esercitazione ha molte similitudini con gli attacchi dell’11 Settembre… o almeno con la loro versione ufficiale.

La prima somiglianza è che “Riso Fertile” era basato su uno scenario in cui operatori di Osama bin Laden attaccavano gli USA e gli attacchi contro gli Stati Uniti che si sono effettivamente verificati l’11 Settembre, secondo la versione ufficiale, sono stati ordinati proprio da Osama bin Laden e realizzati grazie a membri facenti parte della sua rete terroristica Al-Qaeda.

In secondo luogo, sia lo scenario di “Riso Fertile” che gli attacchi dell’11 Settembre, hanno per oggetto attacchi provenienti dal cielo; nell’esercitazione, l’attacco simulato sarebbe stato effettuata utilizzando un aereo drone senza pilota, l’11 Settembre, gli attentati, sempre secondo la versione ufficiale, sono stati effettuati utilizzando aerei commerciali.

In terzo luogo, sia in “Riso Fertile” che l’11 Settembre, i terroristi coinvolti attaccano edifici governativi di primo piano nella zona di Washington. In “Riso Fertile”, l’obiettivo non è dichiarato ma la scheda dell’esercitazione specifica che si tratta di un “altamente visibile obiettivo del governo degli Stati Uniti” che è sito, probabilmente, nella zona di Washington [8]; potrebbe essere stato il Pentagono, la Casa Bianca o il Campidoglio, tre edifici governativi “visibili” nella zona di Washington.

IL VOLO 11 DELL’AMERICAN AIRLINES È STATO SEGNALATO IN VOLO VERSO WASHINGTON MOLTO TEMPO DOPO L’IMPATTO

Colin Scoggins, il collegamento militare Boston Air Route Control Center del traffico della FAA, ha detto in modo non corretto al NEADS che il volo “American Airlines 11” – che si schiantò contro il World Trade Center alle 8:46 – era ancora in volo e stava volando a Sud verso Washington. “È stato evidentemente un altro aereo che ha colpito la Torre”, ha detto [9].

Scoggins, tuttavia, non ha avuto prove concrete che il volo AA11 si stesse dirigendo verso la Capitale. I controllori del traffico aereo “non sono mai stati in grado di tracciare un piano effettivo sul radar dopo aver perso American 11 vicino a Manhattan” – secondo Vanity Fair – ma, “l’aereo, nella sua traiettoria, avrebbe continuato a Sud, sorvolando New York, prima di scendere sotto la copertura radar, dirigendosi lungo una linea retta verso Washington DC” [10].

La Commissione dell’11 Settembre ha dichiarato di non essere “stata in grado di identificare la fonte di questa errata informazione del FAA” [11] ma, secondo Vanity Fair, “Colin Scoggins… ha effettuato la chiamata sbagliata”. Scoggins ha detto alla rivista che stava monitorando una chiamata in conferenza tra i centri FAA “quando emerse – detto da chi e dove non è chiaro – che American 11 era stato dirottato su Washington” [12].

IL PERSONALE NEADS SUGGERISCE BIN LADEN COME RESPONSABILE DELL’11 SETTEMBRE PRIMA CHE LA COLPA GLI SIA UFFICIALMENTE ATTRIBUITA

Alcuni dati suggeriscono che l’esercitazione “Riso Fertile” del 4 Agosto abbia effettivamente influenzato le reazioni del personale del NEADS circa la crisi dell’11 Settembre. In particolare, il fatto che il suo piano d’azione prevedesse un attacco perpetrato da Osama bin Laden e dai suoi agenti, potrebbe avere portato il personale del NEADS ad attribuire gli eventi dell’11 Settembre a bin Laden e terroristi arabi, prima che qualsiasi assegnazione ufficiale di colpa fosse stata fatta.

Mentre gli attacchi terroristici avevano luogo la mattina del 11 Settembre, almeno una persona al NEADS sembra aver concluso che bin Laden fosse da biasimare per ciò che stava accadendo. Alle 09:28, il sergente Steve Bianchi disse ai suoi colleghi “penso che sia arrivato il momento, abbiamo perso Osama bin Laden” [13]. Più tardi, alle 11:11, qualcuno al NEADS ha detto ad un collega, “penso che stiamo arrivando al punto, dovremmo iniziare a girare tutte le ‘teste di stracci’ [termine offensivo utilizzato per indicare musulmani, arabi o i mediorientali] [14].

Eppure il personale del NEADS non aveva apparentemente ricevuto informazioni che indicavano che bin Laden e la sua organizzazione terroristica fossero responsabili degli attacchi. Le trascrizioni delle registrazioni del NEADS della mattina dell’11 Settembre, non mostrano esempi di conversazione in cui il personale volesse informarsi su chi ci fosse dietro gli eventi che stavano affrontando oppure su chi ritenessero responsabile degli attacchi [15].
Osama bin LadenIl primo rapporto trasmesso in televisione che indica bin Laden ed Al-Qaeda quali responsabili, sembra essersi verificato solamente poco dopo le 11:30. È l’ex comandante generale della NATO, Wesley Clark, a dichiarare alla CNN che “c’è solo uno gruppo che ha sempre dichiarato di avere questo tipo di capacità [di effettuare un attacco coordinato su larga scala] e questo è il gruppo di Osama bin Laden “ [16]. Una chiara dichiarazione di colpa sembra essere stata fatta nel tardo pomeriggio, verso le 16:00, quando il corrispondente della CNN, David Ensor, ha riferito che “funzionari degli Stati Uniti affermano che ora hanno informazioni nuove e specifiche… che persone con legami con Osama bin Laden potrebbero essere responsabili di questi attacchi” [17].

Alla luce di queste informazioni, è opportuno prendere in considerazione se il personale del NEADS abbia indicato bin Laden e “le teste di stracci” dietro gli attacchi terroristici così presto l’11 Settembre perché si ricordarono che bin Laden ed i suoi agenti erano dietro l’attacco simulato dell’esercitazione “Riso Fertile” del 4 Agosto.

SONO STATE FATTE ALTRE ESERCITAZIONI SIMILI AGLI ATTACCHI DELL’11 SETTEMBRE?

I dettagli che sono disponibili circa l’esercitazione “Riso Fertile”, svolto dal NEADS il 4 Agosto 2001, danno origine a molte domande. Ad esempio, le similitudini tra lo scenario attorno a cui si basava “Riso Fertile” ed alcuni degli episodi incontrati dal personale del NEADS l’11 Settembre, possono aver fatto credere che gli incidenti fossero parte dell’esercitazione “Guardiano Vigile” che si sarebbe dovuta tenere proprio in quel giorno? Inoltre, chi mise in piedi lo scenario dell’esercitazione del 4 Agosto e chi fu responsabile della preparazione di tale esercitazione?

I report di aerei sospetti in avvicinamento a Washington che il NEADS ha ricevuto l’11 Settembre, erano parte di un’esercitazione, come ad esempio “Guardiano Vigile”? Se così fosse, questo significherebbe che l’esercitazione è continuata anche dopo che il secondo aereo dirottato si schiantò contro il World Trade Center, alle 09:03, quando era ormai evidente che gli Stati Uniti erano sotto attacco. L’esercitazione può, infatti, essere ancora in corso alle 10:07, quando il NEADS è stato allertato per un aereo apparentemente sospetto in volo sopra la Casa Bianca. L’esercitazione è effettivamente continuata, nonostante gli Stati Uniti fossero chiaramente sotto attacco? Chi aveva il compito di annullarla? Chi ne aveva i poteri?

Una nuova indagine sull’11 Settembre sarebbe necessaria per affrontare domande come queste. Gli investigatori dovrebbero avere accesso a tutti i documenti e le persone che hanno lavorato al NEADS l’11 Settembre e nei mesi precedenti, dovrebbero poter parlare liberamente delle loro esperienze. L’esame di esercitazioni di addestramento militare e le loro possibili connessioni con quello che è successo l’11 Settembre, potrebbe rivelare molte informazioni importanti sugli attacchi… e sui loro mandanti.
Note e Fonti:
[1] James Bamford, A Pretext for War: 9/11, Iraq, and the Abuse of America’s Intelligence Agencies. New York: Doubleday, 2004, pp. 3-4;Michael Bronner, “9/11 Live: The NORAD Tapes.” Vanity Fair, August 2006; Philip Shenon, The Commission: The Uncensored History of the 9/11 Investigation. New York: Twelve, 2008, p. 203.
[2] Interview with Master Sergeant Joe McCain, written notes. 9/11 Commission, October 28, 2003; “Memorandum for the Record: Interview With MSgt. Joe McCain.” 9/11 Commission, October 28, 2003.
[3] “Exercise Fertile Rice: Startex Intel Summary.” Northeast Air Defense Sector, August 4, 2001; Interview with Col. Mark E. Stuart, written notes. 9/11 Commission, October 30, 2003; “Memorandum for the Record: Interview With Lt. Col. Mark E. Stuart, USAF, Intelligence Officer, Northeast Air Defense Sector (NEADS).” 9/11 Commission, October 30, 2003.
[4] “Exercise Fertile Rice”; “Intelligence Update: Exercise: Fertile Rice.” Northeast Air Defense Sector, August 5, 2001.
[5] Tom Fiedler and Mark Thompson, “Despite Iraq’s Offer, Gulf War Rages.” Philadelphia Inquirer, February 16, 1991.
[6] Leslie Filson, Air War Over America: Sept. 11 Alters Face of Air Defense Mission. Tyndall Air Force Base, FL: 1st Air Force, 2003, p. 122; 9/11 Commission, The 9/11 Commission Report: Final Report of the National Commission on Terrorist Attacks Upon the United States. New York: W. W. Norton & Company, 2004, p. 458; James Bamford, A Pretext for War, p. 4; William M. Arkin, Code Names: Deciphering U.S. Military Plans, Programs, and Operations in the 9/11 World. Hanover, NH: Steerforth Press, 2005, p. 545.
[7] Elizabeth Cooper, “NEADS on 9/11: Professionalism and Helplessness.” Utica Observer-Dispatch, August 5, 2004.
[8] “Exercise Fertile Rice.”
[11] 9/11 Commission, The 9/11 Commission Report, p. 26; Priscilla D. Jones, The First 109 Minutes: 9/11 and the U.S. Air Force. Washington, DC: Air Force History and Museums Program, 2011, p. 37.
[12] Michael Bronner, “9/11 Live.”
[13] 9/11 Commission, The 9/11 Commission Report, p. 26.
[14] Michael Bronner, “9/11 Live.”
[22] NEADS Audio File, Identification Technician Position, Channel 4.
[23] NEADS Audio File, Tracking Technician Position, Channel 21. North American Aerospace Defense Command, September 11, 2001.
[24] Transcripts available at the 9/11 Document Archive.
[25] “10:53 a.m.-11:34 a.m.” CNN, September 11, 2001; “Gen. Wesley Clark Discusses Ongoing Terrorist Situation.” Breaking News, CNN, September 11, 2001; “Timeline of Chaos.” Ottawa Citizen, September 11, 2001.
[26] “3:45 p.m.-4:26 p.m.” CNN, September 11, 2001; “Karen Hughes Delivers Remarks on Terrorist Attacks.” Breaking News, CNN, September 11, 2001; “September 11: Chronology of Terror.” CNN, September 12, 2001.
Tratto da: shoestring911.blogspot.it

Traduzione e sintesi di Nico ForconiControInformo.info

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito