Commissione Creel: la fabbrica del consenso

Commissione Creel – Gli USA stavano diventando più ricchi e, formalmente, più democratici; una quantità sempre maggiore di gente aveva diritto al voto; stava arrivando una grande massa di immigranti, e un maggior numero di individui poteva partecipare alla vita pubblica.
Insomma, dirigere il Paese come un club privato stava diventando più difficile. Perciò, ovviamente, bisognava controllare il pensiero della gente. Per questo nacque la Commissione Creel.

John Fitzgerald Kennedy – Operazione Mockingbird

John Fitzgerald Kennedy – Operazione Mockingbird: nel 1967, la “Psychological Warfare Operations Division” (“Divisione per le Operazioni di Guerra Psicologica”) del “Clandestine Services Department” (“CS”) della CIA, diffonde il “Documento n° 1035-960”, un memorandum riservato contenente istruzioni rivolte a persone infiltrate nel mainstream.

Norcia – Che fine hanno fatto i maiali?

Norcia – Osservando le immagini del terremoto in Tv, una domanda sorge spontanea: dove sono i maiali?
I prodotti sono, anche in questo campo, in mano a multinazionali; inizialmente soprattutto l’americana “Smithfield Foods”*, poi acquistata dal gruppo cinese “Shuanghui International”, oggi “WH Group”, di gran lunga il principale produttore di carne suina al Mondo. Carne prodotta, principalmente, nei Paesi dell’Est (Polonia e Romania in primis), dove i controlli labili e le normative su ambiente, lavoro, standard di allevamento e benessere dell’animale sono molto più “morbidi”.

JFK – A oltre 50 anni dall’assassinio, una nuova indagine?

JFK – A oltre 50 anni dalla morte del Presidente John Fitzgerald Kennedy, sembrerebbero emergere nuove prove rinvenute nei diari segreti di una spia della guerra fredda.
Nei suoi diari, Douglas DeWitt Bazata, un ufficiale pluridecorato degli Stati Uniti, operativo presso l'”Office of Strategic Services”, precursore della CIA, sostiene che il suo amico di lungo corso, l’ex collega e spia René Alexander Dussaq, fosse l'”organizzatore e plotter” dell’assassinio di JFK.

Hillary Clinton ha assunto terroristi di Al-Qaeda per proteggere diplomatici USA

Hillary Clinton, secondo quanto riportato da Fox News, avrebbe assunto terroristi di Al-Qaeda per proteggere i diplomatici degli Stati Uniti a Bengasi.
Fox News, in un recente articolo, sostiene che l’avamposto diplomatico americano a Bengasi, sarebbe stato protetto da attacchi terroristici grazie al reclutamento di guardie di sicurezza che poi si sono dimostrate essere le stesse che avrebbero contribuito a realizzare tali attacchi l’11 Settembre del 2012.